Planking Challenge e altre 9 sfide più pericolose di TikTok

Planking Challenge e altre 9 sfide più pericolose di TikTok

Internet è un mondo divertente. Si ride, si scherza, e ci si fa male, o addirittura si passa a miglior vita. Tutta colpa delle cosiddette “Challenge”, le sfide in cui si cimentano gli utenti, spesso giovanissimi, che affollano i social network. Nell’ultimo periodo sta spopolando un gioco di moda alcuni anni fa: la Planking Challenge, che vede ragazzi sdraiarsi sull’asfalto in attesa dei veicoli. Ma andiamo con ordine: vediamo quali sono le 10 challenge più pericolose di TikTok, ma che si stanno diffondendo anche su altre piattaforme.

Cosa sono le challenge di TikTok?

Le challenge sono le sfide che gli utenti della rete fanno tra loro, per divertirsi ed intrattenere il pubblico. Alcune sono così divertenti da diventare virali: tutti si cimentano nelle imprese più esilaranti, facendo a gara a chi fa la sfida più pazza, per goliardia ma anche per guadagnare followers like e consensi.
Ma esistono alcune sfide che di sfida non hanno un bel niente: anzi, sono sfide al rischio. Chi partecipa a challenge pericolose sfida incoscientemente la vita con imprese scriteriate.
Non provateci!

1. Planking challenge

Iniziamo con quella che sta prendendo piede di più anche in Italia tanto che, al pari della Samara Challenge dell’inizio dello scorso anno, si stanno registrando molti casi in molte città del nostro Paese. Sebbene fosse di moda alcuni anni fa in altri Paesi, è solo ora che sta conoscendo le luci della ribalta in Italia. Si tratta di sdraiarsi in posti sempre più inconsueti. Il centro di un incrocio stradale; la ringhiera di una scala; il cornicione di un palazzo alto; qualsiasi posto non adatto a sdraiarsi senza rischiare di cadere e farsi male.
La pericolosità di questa challenge risiede nel fatto che spesso viene eseguita da ragazzi molto giovani, come è la quasi totalità degli utenti di Tik Tok, ovvero dai 12 ai 14 anni. In alcune città italiane sono stati colti ragazzini di queste età sfidarsi a chi si sdraiava più vicino possibile alla carreggiata e alle automobili in arrivo. Queste challenge pericolose poi venivano pubblicate su Whatsapp o il noto social che dà il titolo al video.

2. Gioco del soffocamento

Il gioco del soffocamento, detto anche “pass out challenge”, consiste nel filmarsi mentre ci si provoca un’asfissia temporanea. Lo scopo di questa pericolosa challenge è quello di provocarsi piacere e una sensazione di euforia che, si dice, sia legata ad esperienze del genere. Questa sfida pericolosa è molto diffusa su TikTok, tanto da aver allertato i medici ed il sistema sanitario. Restare senza ossigeno può provocare danni irreparabili al cervello e, nel peggiore dei casi, avere conseguenze fatali!

3. Coronavirus challenge

Questa sfida è diventata virale durante la quarantena, creando un grande allarme. Gran parte dei giovanissimi che vi hanno aderito evidentemente non ha preso sul serio il virus. In che consiste questo strano gioco? Leccare i servizi igienici! In modo particolare le tavolette dei wc. È stato ideato da Ava Louise, una influencer di 21 anni che su Instagram ha 175k follower. Lo scopo? Raggiungere la fama e sconfiggere il virus. È facile comprendere perché questa sia tra le challenge più pericolose, vero?
Non hanno tardato i primi tamponi, positivi, somministrati ad utenti che hanno praticato questa sfida.

Planking Challenge

4. Skullbreaker challenge

Anche questa sfida nasce su TikTok ed il suo scopo è la nuda e cruda crudeltà! In questa sorta di “gioco” si cerca di far cadere una persona all’indietro, battendo la testa: tre persone si mettono d’accordo per saltare tutte insieme nello stesso momento ma, sfortunatamente per la persona che sta nel mezzo, quelle di lato si sono messe d’accordo tra loro per darle un calcio mentre sta compiendo il salto, facendole perdere l’equilibrio e cadere. Challenge pericolose, messe a punto da chi è pericolosamente senza cervello.
Le conseguenze di questa caduta possono essere devastanti: infortuni al capo, alla colonna vertebrale e ai polsi.

5. Balconing Challenge

Questa sfida ha fatto ridere molti e per tutta l’estate internet ne è stato particolarmente invaso. Consiste nel saltare in una piscina da un balcone o da un balcone all’altro e, ovviamente, filmarsi e mettere il video in rete per divertire i follower e farsi fare l’applauso! È una pratica che viene principalmente fatta dai turisti, per dare uno scossone alle proprie vacanze.
Non serve specificare le conseguenze di questo gesto, vero? Abbiamo riso di gente filmata che cade rovinosamente in acqua, certo. Ma immaginate quanti sono quei video che non abbiamo visto, perché finiti male.

Balconing Challenge

6. Challenge pericolose: la sfida della cannella

La sfida della cannella consiste nel filmarsi mentre si ingoia un cucchiaio pieno di cannella, senza l’aiuto dell’acqua. La pericolosità di questa sfida sta nel fatto che la cannella secca la bocca e la gola, provocando tosse, vomito, irritazione e difficoltà respiratorie che possono causare il collasso dei polmoni. In più, durante l’ingestione, c’è il pericolo di inalarla, cioè di tirarla su con il naso e provocarsi irritazioni alle mucose nasali.
Se non vogliamo finire all’ospedale o al cimitero, la cannella usiamola solo per condire gli alimenti.

7.  La Charlie Charlie challenge

Apparentemente non pericolosa, ma con risvolti spesso inaspettati. Si tratta di evocare un demone che risponderà con un messaggio direttamente dall’aldilà, spesso comunicato da uno dei nostri cari o da un personaggio famoso. Sul metodo di comunicazione si hanno le varianti più fantasiose, da matite che oscillano su altre matite a varie persone che tengono tutte il dito sulla stessa moneta ed essa “magicamente” si muoverà da sola. È tra le challenge pericolose non per l’azione compiuta lì per lì, ma perché predispone gli spettatori più fragili a commettere gesti spesso inconsueti.
Il problema? Un po’ per seguire i video – finti – degli altri canali e un po’ per divertirsi qualcuno ci crede davvero, e passare da questa a fare cose più pericolose, il passo è breve.

8. Bird box challenge

Tecnicamente “la gabbia degli uccellini” è ispirata ad un film distribuito da Netflix e consiste nell’uscire di casa completamente bendati mentre un’altra persona filma l’avventura. La sfida va da cose innocue, come il cercare di versarsi da bere e truccarsi con gli occhi coperti, fino ad attraversare la strada rischiando di farsi investire. Netflix ha preso le distanze da questa pratica pericolosa, chiedendo ai ragazzi di non fare questa assurda sfida.
Se proprio volete, a Milano c’è il Dialogo nel Buio. Una simulazione altamente istruttiva di come funziona la vita per un cieco. Non vi diciamo altro per non rovinarvi la sorpresa.

Bird Box Challenge

9. Challenge pericolose: Killselfie – daredevil selfie

Nel 2011 un ragazzo canadese si scattò una foto con i piedi penzoloni dal un palazzo altissimo di Toronto, la postò su Flickr e Reddit, intitolandola “ti renderò famoso”. Ma essa diventò virale e fu lui a diventare famoso, contribuendo ad estendere il fenomeno delle foto scattate in condizioni estreme dalle costruzioni alte, come palazzoni e torri, su cui ci si arrampicava senza alcuna protezione. È tra le challenge più pericolose non solo perché il soggetto rischia di farsi molto molto male, ma anche per il messaggio che trasmette: è facile arrampicarsi sui tetti, non c’è alcun pericolo.
È comune trovare filmati in cui dei ragazzi si avvicinano il più possibile a un treno in corsa, sfidandosi a chi riesce a mettere il viso più vicino.

10. Condom snorting challenge

E per finire la sfida delle sfide, forse la peggiore di tutte. A volte usare il preservativo è una cattiva idea, come nella condom snorting challenge, in cui le persone si sfidano ad inalare un preservativo, cioè tirarlo su per il naso per poi farlo uscire dalla bocca. Non c’è bisogno di spiegare perché inalare un oggetto di lattice coperto di lubrificante sia pericoloso, no? L’unica cosa che dovrebbe passare dal naso è l’aria, o gli spray che vi prescrive il medico. Nient’altro!

E tu che ne pensi? Conoscevi queste sfide? Ne conosci altre che non sono state menzionate? Faccelo sapere!
Vale davvero la pena fare queste challenge pericolose solo per fare un po’ di like e iscritti al proprio canale, profilo, social network?

Sfigatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: