Il carattere del gatto: riconosci il tuo?

Il carattere del gatto: riconosci il tuo?

I gatti non sono tutti uguali. Anche se accomunati da alcune caratteristiche che li rendono degli animali tipici, in realtà ognuno ha il suo temperamento. È molto importante conoscere il carattere del gatto, per poterlo comprendere e assicurargli una vita serena. Riconoscete il vostro gatto in una delle seguenti categorie?

Gatti estroversi

I gatti estroversi rispecchiano il vero animo dinamico di questi felini: sono curiosi e vivaci e amano scoprire il mondo e vivere nuove avventure. Questi gatti hanno bisogno di sempre nuovi stimoli. Il carattere del gatto estroverso va compreso ed assecondato: acquista al tuo micio dei giocattoli che lo stimolino in modo adeguato e non farlo sentire mai solo. Questo tipo di gatto, infatti, ha bisogno di compagnia, che qualcuno trascorra del tempo con lui, altrimenti sfogherà la sua energia nel far danni!

Gatti dominanti

Il gatto con un carattere dominante può darvi molto filo da torcere. Il problema maggiore si presenta quando non è figlio unico ma convive con altri gatti. La tendenza, infatti, sarà quella di dominare sugli altri, in modo particolare durante l’ora dei pasti. Il carattere del gatto dominante può diventare un grande ostacolo per chi vive con lui. Che fare in questi casi? Bisogna fare molta attenzione a dare lo spazio giusto a tutti: ogni gatto, ogni animale della casa, deve avere libero accesso alla casa, al cibo e a tutte le sue cose, in modo che non si creino conflitti.

Gatti ansiosi

Come accade per gli esseri umani, anche per i gatti l’impulsività genera ansia. I nuovi contesti, nuovi oggetti, nuove persone e nuovi animali possono spaventarlo e mettere molto alla prova i suoi nervi. Il carattere del gatto impulsivo lo rende un animale imprevedibile, le cui reazioni possono essere le più svariate, dalla fuga all’attacco.
Il gatto ansioso, proprio come una persona, ha bisogno delle sue routine: assicuragli tranquillità e ripetitività, con oggetti che conosce ed ambienti che possano dargli la sicurezza della familiarità, in modo che prendano confidenza anche con i piccoli cambiamenti.

Gatti nevrotici

Un po’ come i gatti ansiosi, i gatti nevrotici sono pieni di paure e reagiscono con comportamenti eccessivi. Sono spesso reduci da esperienze negative, come maltrattamenti, quindi sono sempre sospettosi e con i nervi a fior di pelle: non amano farsi toccare dagli estranei e non vedono di buon occhio le persone (o gli altri animali) che entrano nel suo ambiente.
Il carattere del gatto nevrotico, però, non deve renderti schiavo del suo modo di essere. Bisogna trovare un compromesso. Come comportarsi con un gatto nevrotico? Evita di limitare la tua vita a causa del suo temperamento, anzi, continua a fare ciò che hai sempre fatto, come invitare persone a casa e svolgere delle attività mentre lui è presente, ma allo stesso tempo dagli la possibilità di poter restare o andare via ogni volta che vuole. Rendilo partecipe, ma senza stressarlo.

Gatti socievoli

I gatti socievoli sono meno problematici: inseriti bene all’interno del nucleo familiare e del contesto di appartenenza, solitamente vanno d’accordo con gli altri animali che vivono in casa. Sono socievoli perché sono sereni e la loro serenità dipende dal fatto di avere la sicurezza di essersi ritagliati uno spazio all’interno del contesto. Per questo motivo è importante educare il gattino sin da piccolo, abituandolo alla presenza di altri animali, altre persone e dargli le sicurezze necessarie per sviluppare un carattere sereno.

E il tuo gatto com’é?

Sfigatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: