Il trillo del gatto: significato e funzione comunicativa

Il trillo del gatto: significato e funzione comunicativa
Spread the love

Il tuo gatto emette diversi suoni oltre al miagolio. Uno di questi è il trillo, un verso molto familiare per qualcuno, ma sconosciuto ad altri.
Vediamo di cosa si tratta e qual è la funzione comunicativa del trillo del gatto.

Il trillo del gatto: significato e funzione comunicativa

Ho sempre pensato, a livello intuitivo, che questo simpatico verso del gatto fosse un suono positivo. I miei gatti lo fanno spesso quando rientro a casa o quando agito il sacchetto della pappa.
Il trillo è un rumore acuto simile ad un cinguettio che i gatti producono per “salutare” le persone o altri gatti. Ed è associato ad un’atmosfera positiva ed accogliente.
Secondo The humane Society of the United States, mamma gatta lo produce per richiamare l’attenzione dei suoi piccoli. Ed è un comportamento che, successivamente, i gatti portano con sé, mettendolo in atto per attirare l’attenzione degli altri gatti o degli umani. Ha senso, quindi, che il tuo gatto trilli quando vede del cibo o quando viene sulle tue gambe: ti sta salutando, esprime apprezzamento o…vuole attenzioni!

Il trillo del gatto è differente dal miagolio

Come tutti gli amanti dei gatti sanno, l’anatomia di questi felini è molto complessa ed affascinante. Il miagolio viene prodotto con la bocca aperta, mentre il rumore del trillo si produce a bocca chiusa. Il trillo del gatto è sempre un verso positivo, mentre il miagolio può avere sia valenza positiva che negativa.
Il trillo è un suono acuto poiché viene prodotto dai gatti spingendo l’aria in avanti, tenendo la bocca chiusa in modo da non espellerla.

Perché alcuni gatti trillano e altri no?

Il trillo del gatto varia a seconda della sua personalità. Alcuni gatti sono più timidi o ansiosi, quindi non trillano, o trillano poco. Essendo il trillo un modo per comunicare, è naturale che alcuni gatti lo usino di più e altri di meno, esattamente come le persone.
I gatti, inoltre, sembrano interpretare il trillo umano, poiché questo verso è rivolto anche agli amici bipedi. Se rispondi al miagolio o al trillo del tuo gatto con lo stesso tono, lui lo comprenderà e si sentirà in sintonia con te.
Possiamo dire, in definitiva, che il trillo è lo strumento che permette la comunicazione gatto-umano!
Trilliamo di più, quindi.

Tu hai mai sentito il trillo del tuo gatto? In quali occasioni produce questo suono?

Sfigatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: