4 tipologie di gattari: in quale ti riconosci?

4 tipologie di gattari: in quale ti riconosci?

Essere gattari è una filosofia di vita, una missione esistenziale, ma non tutte le persone sono uguali: anche tra gli amanti dei felini è possibile distinguere vari tipi di personalità. Ecco 4 tipologie diverse di gattari: in quale ti riconosci?

Che tipo di gattaro sei? Scoprilo ora

Molti pensano che i gatti siano tutti uguali, ma la verità è che ogni gatto ha la propria personalità e il suo carattere peculiare. E solo i veri gattari riescono a capire questa cosa e godere delle varie sfumature dei nostri piccoli felini. Ma come esistono differenze da gatto a gatto, ne esistono anche tra gattari e gattari.
Esattamente come i genitori, che hanno delle caratteristiche e dei comportamenti simili tra loro ma si distinguono per tipo di personalità ed approccio ai figli, al mondo esistono diversi tipi di gattari, che si approcciano ai propri mici in modo diverso.

1. I gattari libertini

Sono quei padroni che tengono alla libertà dei propri mici. Non amano, infatti, l’idea di doverli tenere in casa e privarli del loro istinto selvaggio. Queste persone lasciano che i loro gatti vadano a caccia e rispondano esattamente alle loro pulsioni, quindi non sono eccessivamente ansiosi e preoccupati dei pericoli in cui il proprio gatto potrebbe imbattersi, o comunque non antepongono tale ansia alla sua libertà.

2. I gattari ansiosi

I gattari ansiosi sono quelli che si preoccupano molto per l’incolumità del proprio micio e temono in ogni momento che possa accadergli qualcosa. Per questo motivo, lo tengono sempre in casa e non vedono di buon occhio le uscite avventurose. Tra i tipi di gattari, questi sono quelli che più si preoccupano di intrattenere il gatto dentro casa con giochi ed attività che possano assicurargli una buona salute fisica ed emotiva.

3. Tipologie di gattari: gli intermedi

Questo tipo di gattaro si pone nel mezzo tra quelli ansiosi e quelli libertini. Si rende conto che il gatto ha bisogno di libertà e segue il proprio istinto, ma allo stesso tempo teme per la sua incolumità. È per questo motivo che gli lascia la libertà di passeggiare ed andare a caccia, ma solo durante le ore diurne. Di notte preferisce che il micio resti tra le calde ed accoglienti mura domestiche.

4. Il gattaro padrone part-time

Sono detti padroni part-time perché non si considerano veri e propri padroni e non credono che il gatto sia il proprio animale domestico. Questi gattari sono convinti che il piccolo felino sia un ospite e che quindi non sia vincolato in alcun modo alla casa o al padrone, infatti molto spesso sono solo padroni temporanei di felini che stazionano presso i loro giardini per brevi periodi di tempo. Secondo questa linea di pensiero i mici possono andare via e tornare ogni volta che vogliono ed il padrone è sì preoccupato che possano perdersi, subire incidenti o farsi del male, ma vede queste possibilità come il verificarsi di eventi naturali, impossibili da prevedere e prevenire.

E tu, che tipo di gattaro sei?

Sfigatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: