Malattie estive nei gatti: consigli utili e prevenzione

Malattie estive nei gatti: consigli utili e prevenzione

Una delle immagini più belle quando pensiamo ai nostri micetti, è quella che li vede distesi al sole, magari in un bel prato.
Ma la bella stagione non è solo gioia e relax: i raggi solari nascondono delle insidie che non tutti conoscono. Quali sono le malattie estive nei gatti, come si riconoscono e come si prevengono?

Malattie estive nei gatti: l’esposizione al sole

Il sole è molto importante per il nutrimento degli esseri viventi: la vitamina D, ad esempio, si assorbe tramite l’esposizione ai raggi solari.
Anche ai gatti fa bene, ed è anche per questo motivo che giovano dell’esposizione al sole e vi passano molte ore. Ciò che non sappiamo, però, è che il sole può far male anche a loro. I raggi solari, infatti, possono avere degli effetti negativi anche sui nostri amici felini, in modo particolare sulla loro pelle. Le malattie estive nei gatti possono provenire in larga parte proprio dal sole!
Le radiazioni solari possono essere causa di tumori maligni, quindi anche i gatti possono beneficiare della protezione solare, esattamente come noi.
I raggi del sole penetrano attraverso la pelle e raggiungono le aree più profonde, quindi un’esposizione eccessiva può essere molto dannosa e comportare alcune delle seguenti problematiche:

Dermatiti del gatto

Le dermatiti sono infiammazioni delle aree della pelle che vengono esposte maggiormente al sole e comportano l’arrossamento, l’irritazione e la caduta del pelo.

Ustioni

I danni da ustione dovuti al sole non riguardano solo gli esseri umani ma anche i nostri amici gatti. Le ustioni possono essere profonde a seconda del grado del danno.

Disturbi Gastrointestinali

Durante l’estate, come in tutti i cambi di stagione, succede di mutare anche il regime alimentare. Durante la bella stagione, in modo particolare, è importante optare per cibi più idratanti e digeribili. Anche i nostri animali a quattro zampe hanno bisogno di variare la dieta per non incorrere nelle malattie estive dei gatti, come i disturbi dovuti alla disidratazione e alla malnutrizione.
Ma attenzione, evitate di variare l’apporto nutritivo del vostro pelosetto in modo autonomo: rivolgetevi sempre ad un esperto, che potrà consigliarvi la soluzione migliore. Evitate, in ogni caso, di dar da mangiare al vostro felino gli avanzi del vostro pasto!

Malattie estive dei gatti: la Tularemia

Il modo particolare durante l’estate, il gatto è soggetto ad una patologia infettiva che si chiama Tularemia, che non è molto frequente, anzi, abbastanza rara, che generalmente colpisce roditori, conigli e lepri, ma che può colpire anche cani e gatti e attacca gli occhi, la pelle e anche i polmoni. Rientra tra le malattie estive dei gatti e può essere davvero molto pericolosa. Questa malattia può essere trasmessa anche agli esseri umani attraverso diversi modi, come punture di insetti e contatto diretto con animali infetti.
Per evitare la Tularemia, di fondamentale importanza è la prevenzione. Come ci si protegge dalla Tularemia? Usando un repellente per insetti se ci si trova all’aria aperta, in modo particolare se ci si trova a contatto con criceti, conigli e roditori in genere ed usare repellenti antipulci e antizecche per i nostri amici a quattro zampe.

Sfigatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: