Violenza sugli uomini: quando la vittima è lui

Violenza sugli uomini: quando la vittima è lui

In questi ultimi anni si è parlato molto di molestie sessuali, soprattutto in seguito allo scandalo di vari registi e personaggi dello spettacolo accusati di aver costretto più donne a rapporti sessuali non consenzienti.
Ma la molestia non è solo al femminile: la violenza sugli uomini è una realtà, anche se spesso taciuta.

Molestie e violenze: non solo al femminile

Stupri e abusi sono all’ordine del giorno, purtroppo la cronaca ne è piena, però quasi sempre si parla unicamente di donne molestate e raramente di uomini. O meglio, sotto i 18 anni sia ragazzi che ragazze riferiscono episodi di violenze sessuali di vario tipo, ricatti e minacce. Da parte di chi? Coetanei, familiari, uomini o donne più grandi.
Sì, è vero, sono più numerose le denunce femminili, ma non di molto. Da maggiorenni stranamente le denunce vengono fatte solo dalle donne e questo desta non pochi sospetti.
In realtà non sono affatto rari i casi di uomini giovani e meno giovani che vengono obbligati con la forza, con l’inganno o con l’abuso di potere a subire approcci sessuali.

Uomini abusati e derisi

Nei luoghi di lavoro si chiacchiera spesso sottovoce, ridacchiando di quelle clienti o datrici di lavoro che commettono illeciti poco morali. Farsi trovare poco vestite in una stanza da uno sprovveduto neo assunto, che rimane impietrito e subisce passivamente avance indesiderate. Come vi suona questa situazione?
Nelle università c’è sempre qualche studente che confida all’amico di essere stato toccato nelle parti intime, baciato contro la sua volontà o forzato a fare qualcosa. Cosa? Andare a letto con un uomo o una donna che aveva il coltello dalla parte del manico in quella determinata situazione.
Nessuno, però, considera il suo trauma: tutti vogliono solo sapere i dettagli più scabrosi.

Giovani ragazze palpano e derubano i passanti

Recentemente a Milano ci sono stati una serie di furti compiuti da una banda di ragazze giovani e belle. Come agivano? Semplicemente, con banali scuse, avvicinavano ignari passanti e poi all’improvviso li baciavano e li palpavano per rubargli il portafogli.
Nelle piazze e nei vicoli si racconta continuamente di donne aggressive, anche di una certa età che da sole o in gruppo mettono un uomo nella condizione di subire molestie o stalking, anche per anni. Si dice che solo in Italia siano almeno 4 o 5 miloni gli uomini vittime di abusi sessuali di ogni genere.

Violenza al maschile: perché gli uomini non denunciano?

È presto detto: non ci sono molte realtà associazionistiche maschili dedicate agli uomini violentati. Negli ospedali c’è solo il codice rosa per le donne, nessuno educa gli uomini a non tacere, a non vergognarsi. Un uomo che ne parla con qualcuno viene accusato di non essersi saputo difendere con le sue forze, in quanto maschio adulto.
Se è stata una donna a forzarlo usando la sua posizione (per esempio di boss, insegnante) o un’arma viene fuori subito la risatina, come se non fosse nulla di grave.
La nostra cultura esige che un uomo non possa mai essere più debole di qualcun altro, nemmeno se lo drogano a sua insaputa, se lo circondano in 5 e lo mettono con le spalle al muro.
Se sei un uomo, devi essere forte, devi cavartela sempre da solo, la società non ha previsto che anche gli uomini possano essere vittime di violenza, mai.

Violenza sugli uomini? Non esiste

Manca il coraggio di denunciare gli aggressori e anche quando qualcuno ci riesce si trova davanti sanitari e agenti increduli. Con tali premesse, difficilmente riuscirà a proseguire per vie legali, a causa dell’imbarazzo e il senso di colpa.
Molte persone, tra cui parecchie femministe, negano che esista la realtà della violenza sugli uomini. “Non ci sono casistiche” dicono… Beh, care Signore, 100 anni fa non c’erano nemmeno casistiche di donne violentate, con ciò direste che non esistevano?
Che non ci siano casi documentati e numeri statistici, non significa che un fenomeno non sia reale. Esiste, in special modo nel mondo del crimine, quel che viene detto numero oscuro, che racchiude tutte le quelle casistiche non documentate, poiché non vi sono state denunce.


Ma la realtà è che tutti, indistintamente, possiamo essere vittime o carnefici. Per questo è di fondamentale importanza porre le basi per un mondo davvero civile, in cui uomini e donne abbiano finalmente pari diritti e pari dignità, in tutto.

francesca Lupo
Twitter@Ciccinalupo

Sfigatto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: