I gatti non sono egoisti: la scienza sfata il mito

I gatti non sono egoisti: la scienza sfata il mito

I gatti si sono costruiti una brutta reputazione.
Sono molto amati, è vero, ed i social strabordano di foto feline con relativi umani, fieri ed orgogliosi delle bestiole di casa.
Ma è anche diffusa un’immagine meno rosea di questi felini: si dice che non siano fedeli e leali come i colleghi cani che, invece, darebbero la vita per i loro padroni.
La scienza, però, smentisce questa credenza e conferma che i gatti non sono egoisti: questo è solo un mito.

I gatti non sono egoisti, ma leali e fedeli come cani e bambini

Una ricerca dell’Oregon State University ha dimostrato che i gatti, esattamente come i bambini ed i cani, sviluppano un attaccamento emotivo nei confronti di chi si prende cura di loro e mostrano un attaccamento sicuro verso chi li fa sentire amati e protetti. I gatti non sono egoisti, quindi.
La dottoressa Kristyn Vitale, autrice dello studio, afferma: “i gatti insicuri corrono e tendono a nascondersi, agendo in modo da sembrare ostili. Esiste un pregiudizio, un modo di pensare secondo cui tutti i gatti si comporterebbero in questo modo, ma in realtà la maggior parte di loro utilizza il proprio padrone come base sicura.
La sicurezza del vostro gatto, nei momenti di stress, dipende da voi”.

I gatti nella Strange Situation reagiscono come i bambini

Per lo studio che ha dimostrato che i gatti non sono egoisti, i ricercatori hanno replicato le situazioni sperimentali originariamente usate negli anni 70 per testare i legami tra bambini e genitori (Clicca qui per conoscere questo metodo scientifico).
Ma al posto di bambini e genitori, c’erano gatti e padroni.
La situazione sperimentale consisteva nel lasciare i gatti in una stanza sconosciuta, in compagnia del proprio padrone per due minuti. Successivamente il padrone lasciava la stanza per altri due minuti, per poi tornare.
I ricercatori hanno osservato che il 64.3 % dei gatti mostrava segni di attaccamento sicuro poiché, al ritorno del padrone, essi si mostravano rilassati e cercavano le sue attenzioni, esplorando il campo circostante.

Il resto dei felini mostrava un comportamento appiccicoso o evitava completamente il contatto col padrone, mostrando i segni di un attaccamento insicuro.

I gatti non sono egoisti e indifferenti: sviluppano forti legami

La ricercatrice afferma che le caratteristiche di un attaccamento sicuro includono l’andare incontro al proprio padrone al suo ritorno, e rimettersi poi ad esplorare l’ambiente tranquillamente.
E’ esattamente come si comportano i bambini sicuri nelle situazioni sperimentali di questo tipo.

“E’ importante per i padroni dei gatti pensare a questa cosa. Quando i loro amici a quattro zampe si trovano in una situazione stressante, il loro modo di comportarsi può avere un impatto diretto sul comportamento del felino”.

Quindi, amici, fate molta attenzione al modo in cui vi comportate: il vostro gatto, esattamente come i bambini, assorbe tutto, anche il vostro stato emotivo!

Sfigatto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: