Comportamenti tipici degli adolescenti: guida per sopravvivere

Comportamenti tipici degli adolescenti: guida per sopravvivere

L’adolescenza è un periodo della vita molto particolare, segna il passaggio dall’infanzia all’età adulta e per questo è molto difficile per i ragazzi che la vivono direttamente e per chi gli sta accanto – genitori, parenti e altri adulti.
Come si fa a sopravvivere a quest’età? Ci sono alcuni comportamenti tipici degli adolescenti che bisogna conoscere.

Adolescenti: le oscillazioni tra gli estremi

Gli adolescenti possono abbracciare una filosofia o una causa sociale: diventare buddhisti, vegetariani, schierarsi politicamente con gran convinzione…ma contemporaneamente dimenticare di pulire la propria camera. Questo oscillare da un estremo all’altro è uno dei comportamenti tipici degli adolescenti: molti adulti lo notano e lo rinfacciano ai propri figli. “Sei così impegnato socialmente, fai così tanto il figo e poi non metti in ordine neanche la tua camera!”.
Rassegnatevi: è normale.

Pensano al sesso in modo continuo, o per niente

Il sesso per gli adolescenti è un elemento importante. I cambiamenti fisici ed ormonali li portano ad esplorare questa nuova dimensione che li lasciano stupiti, impreparati e desiderosi di esplorare. Scoprono la masturbazione e i primi rapporti sessuali. Alcuni reagiscono con una vera e propria “fissa” per il sesso, in preda agli ormoni in subbuglio; altri invece si ritirano e rifiutano la sessualità, almeno inizialmente.

Comportamenti tipici degli adolescenti: i genitori hanno sempre torto

Nel periodo dell’adolescenza, subentra anche la ribellione verso i genitori e il rifiuto generale verso il mondo adulto. Ai loro occhi i genitori hanno sempre torto, quindi si intavolano continui litigi e le critiche gratuite volano nell’aria come bombe in tempi di guerra.
In questa fase i genitori si rammaricano di sentirsi continuamente rifiutati e i figli provano rabbia per essere proprio i figli di quei genitori così sbagliati.

Tra individualità e imitazione

Gli adolescenti cercano la propria individualità: con la crescita vogliono definire il proprio carattere e il proprio aspetto, decidendo autonomamente come agire e cosa fare della loro vita. Contemporaneamente, però, cercano dei modelli da imitare, che possono essere altri adolescenti o persone più grandi. Cercate sempre di essere dei buoni modelli, anche se gli adolescenti con il loro comportamento spesso ribelle vi fanno arrabbiare.

L’adolescente tipico: dalla tristezza all’euforia

Uno dei comportamenti tipici degli adolescenti è quello di passare da un estremo all’altro anche emotivamente: possono passare da una tristezza infinita ad un’euforia maniacale nel giro di pochi secondi. Non spaventatevi, gli adolescenti sanno stupirvi anche con queste follie!

I comportamenti tipici degli adolescenti: la ricerca del rischio

Molti adolescenti sembrano non possedere il senso del pericolo e della paura. Talvolta cercano il rischio nei modi più disparati: sport estremi, condotte antisociali, comportamenti pericolosi. Lo fanno perché è il loro cervello che lo richiede: si chiama pensiero iperrazionale e consiste nel dare più importanza ai vantaggi di una cosa piuttosto che ai rischi e ai pericolo ad essa connessi. E’ per questo che un adolescente può assumere dei comportamenti rischiosi senza pensare alle conseguenze: è il cervello che li guida. Prestate molta attenzione quindi a ciò che fanno i ragazzi intorno a voi, hanno bisogno di una guida saggia!

Sfigatto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: