World Record Egg: chi c’è dietro la foto con 45 milioni di like

C’è stato un tempo in cui Gangnam Style su youtube veniva battuto da Despacito per numero di visualizzazioni. Oggi circa 6 miliardi.

C’è stato un tempo in cui Chiara Ferragni scalzava Belen per numero di follower su Instagram. Oggi oltre 15 milioni.

Ed oggi è il giorno in cui la supermodella Kylie Jenner, la cui foto della figlia da oltre 30 milioni di like, è stata battuta da… un uovo.

Già. E’ World Record Egg [clicca per vedere] l’attuale primatista sul social a forma di macchina fotografica. Sulla sua pagina trovate poco ma il tutto evidentemente è il format che funziona:

  • Un’unica foto: un uovo. Con 45 milioni di like (in continuo aggiornamento)
  • Link del sito web con vendita di magliette ufficiali.
  • Basta

Basta così poco per fare like? Alt, fermi. Posate i vostri cetrioli, le vostre patate il vostro pane raffermo. Smettete di rimpinzare il gatto per farlo diventare grasso e appetibile per il “World Fattest Cat”, o di fare inca**are il cane per creare il video più divertente. Non è così semplice. E sappiate che sono già nate decine, forse centinaia, di pagine emulatrici dell’ovetto superstar di instagram, con lo scopo di diventare famose, racimolando like e click. Il risultato? Zero spaccato. Un buco nell’acqua. Una frittata venuta male.

Nessuno sa che il segreto dell’uovo con più like è…

…che non c’è nessun segreto.

Come fa un profilo nato il 4 gennaio ad avere già la spunta blu del verificato? Con tutti i profili spam chiamati “centomila_follower_senza_foto” che commentano sotto i vostri post che non si è mai filato nessuno, perché proprio un uovo?

La verità è che si tratta molto probabilmente di una operazione di marketing, come molte altre iniziative [clicca per vedere] diventate virali, organizzata da Instagram stesso o da qualcuno molto potente. Lo scopo? Guadagnare in click e con la vendita di gadget. Si, perché per quanto assurdo, quelle magliette venderanno TANTO. Voi l’avete già comprata? Dite la verità.

Restiamo sintonizzati per svelare il mistero dell’uovo. Lo sapremo a breve. O non lo sapremo mai.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: