Oggi ti darò dei consigli pratici su come gestire al meglio le relazioni con le altre persone e gli altri account, per non incorrere negli errori comuni che fanno tutti.
Presta attenzione, perché la chiave del tuo successo (e dei tuoi sbagli) potrebbe trovarsi in queste parole!

Nel post precedente (clicca qui per vederlo) ti ho illustrato le tre tecniche fondamentali per far crescere il tuo account su Instagram e Twitter. Se non lo hai letto, ti consiglio di tornare indietro e dare un’occhiata prima di proseguire.

Questo vuole essere un po’ il seguito della mia guida pratica ai social, infatti chiariremo un punto fondamentale: il rapporto con gli altri.
Nell’articolo precedente, come sai, uno dei preziosi consigli era “non bombardare” gli altri utenti.
Un atteggiamento comune a chi si iscrive sui social e vuole far crescere il proprio account è, difatti, bombardare gli altri account, solitamente quelli più grandi, per essere in qualche modo sponsorizzati, citati e pubblicizzati.
Io sconsiglio di portare avanti questa pratica, poiché non dà mai buoni frutti: ciò che si ottiene è, al contrario delle proprie aspettative, di essere ignorati e bloccati, se non segnalati per spam molesto.

Il rapporto con gli altri sui social va valorizzato, ma ci sono strategie più funzionali per farlo, e io te le illustrerò. Pronti? Via!

1. Collabora

Un modo per intrattenere rapporti fruttuosi con gli altri sui social e far crescere il proprio account, è quello di collaborare. Come si creano le collaborazioni?
Un modo è contattare quegli account che hanno più o meno il tuo stesso numero di follower, e fare qualcosa insieme. Creare dei post insieme, citarvi l’un l’altro, e cose di questo tipo. Tale pratica aiuterà entrambi a crescere in follower poiché il tuo collaboratore citerà te, e tu citerete lui.
Il primo passo da fare, quindi, è contattare qualcuno che abbia i tuoi stessi interessi, magari una pagina simile, con lo stesso numero di follower e, se è d’accordo, proporre una collaborazione.

2. Non copiare

Ammettilo, vedere una pagina più grande di te, con più follower e più interazioni, un po’ ti fa rosicare. Non preoccuparti, non sei solo, capita a molti.
Ogni volta che si vede una pagina più grande della propria, e che magari propone gli stessi contenuti che vogliamo proporre noi, una delle prime idee che ci vengono in mente è copiarla.
Se le persone cagano lui, cagheranno anche me se propongo gli stessi contenuti.
Se lui fa così e va così bene, allora proponendo le stesse cose sue, anche io andrò bene!

Sbagliato. 


Copiare gli altri ha tanti effetti negativi, te ne elenco solo alcuni:

  • Ti toglie originalità. Se copi i contenuti altrui, magari riceverai qualche like in più, ma butterai via la tua opportunità di crescita. Non sarai più visto come una pagina originale che propone suoi contenuti, ma come l’ennesimo emulatore di qualcuno che resterà sempre e comunque più famoso di te. Vuoi questo?
  • Ti espone a segnalazioni e blocchi. Se copi i contenuti altrui sarai facilmente segnalato per violazione e bloccato da un gran numero di persone. Questo diminuirà la tua visibilità.

Quindi fai attenzione a non cadere nella trappola della copia. Piuttosto, spendi un po’ di tempo a riflettere sulla tua identità e sui contenuti che vuoi proporre al pubblico. Sii originale, non una fotocopia.

3. Frena l’aggressività

Sui social girano molte persone che, pur di farsi notare, scelgono di avere rapporti contrastanti con gli altri: si mostrano estremamente polemiche ed aggressive nei confronti altrui, commentano in modo sprezzante, sono sempre controcorrente e le trovi ovunque, come il prezzemolo.
Un po’ di anni fa, quando i social erano ancora una novità, essere outsider era un modo per spiccare ed emergere dalla massa.
Ora le cose sono un po’ cambiate: i polemici isterici piacciono sempre meno, e restano relegati nella loro nicchia e contornati solo da una ristretta cerchia di “amici”. Insomma, non è più una strategia originale e vincente per farsi notare.

 

Queste sono delle dritte tecniche, ma anche “umane”, di cui molti ignorano l’esistenza, ma che sono fondamentali nel processo di costruzione del proprio account social. Anzi, direi che sono proprio la base.

Tu a che punto sei? Ti ci rivedi? Quali sono le tue difficoltà circa questi 3 punti fondamentali? 

Ti ricordo i miei account Twitter e Instagram, se sei curioso di sapere di cosa mi occupo: @TheSfigatto

Lasciami la tua opinione e la tua esperienza (se ne hai) nei commenti 🙂 e condividi questo articolo sui tuoi social, mettendo già in pratica il primo punto!